Dematerializzazione registri vino: le 10 cose più importanti da sapere.

Domenica, 02 Ottobre 2016 13:42 Scritto da

Ci sono 10 cose che devono essere chiare a tutti i viticoltori in merito all'argomento dematerializzazione registri del vino. In questo articolo voglio spiegare bene.

Dematerializzazione Registri Vino - 10 Domande Dematerializzazione Registri Vino - 10 Domande

Problema n° 1: Perché devo dematerializzare i registri?

Le motivazioni principali sono due. La prima è che ti permette di risparmiare tempo e di evitare tutte le lungaggini legate alla vidimazione. La seconda è che è uno strumento veramente valido per la lotta alle frodi alimentari. E' ora di proteggere il nostro bel paese. A breve irromperanno nel mercato (e in parte lo hanno già fatto) una serie lunga di nazioni che non hanno storia vitivinicola. Noi però sappiamo bene che la contraffazione è dietro l'angolo e dobbiamo difenderci. L'informatizzazione del MIPAAF è il vero primo tassello di una lotta efficace.

Problema n° 2: Devo acquistare per forza un software per gestire la dematerializzazione registri del vino?

No, puoi utilizzare in autonomia il software gratuito messo a disposizione dal SIAN. Il suggerimento mio, personale, è quello di valutare e di porvare i software messi a disposione anche da aziende private. Hanno un costo che è molto contenuto ma hanno una serie di funzioni che velocizzano il lavoro in modo fantastico. Se sei una piccola cantina ne trovi alcuni che costano meno di un caffé al giorno e sono veramente fantastici.

Problema n° 3: Non ho un codice ICQRF, cosa devo fare?

Trovi tutte le istruzioni sul portale del MIPAAF, oppure puoi seguire le indicazioni che trovi a questo link: https://www.enodoc.it/conoscenza/faq?view=topic&id=6

Problema n° 4: E' possibile delegare le operazioni?

Si, potete delegare tutta la gestione ad un operatore terzo. La procedura è semplice, vi basta accedere al SIAN e attivare la funzione di DELEGA PER UTENTI QUALIFICATI specificando il tipo di registro, lo stabilimento ed il codice fiscale della persona delegata. Durante la fase di gestione vi verrà chiesta quale è la casella di posta elettronica certificata a cui inviare le comunicazioni.

Problema n° 5: Utilizzo già un software gestionale ma è vecchio e non so cosa fare

Alcune cantine hanno un software gestionale sviluppato nel corso degli anni ma che ormai non ha più un'assistenza adeguata. Cosa possono fare per gestire la dematerializzazione dei registi del vino? Le principali software house che hanno sviluppato sistemi di gestione del flusso con il SIAN sono in grado di risolvervi il problema. Contattatele e spiegato loro il problema, vi troveranno una soluzione.

Problema n° 6: Sono una software house e ho pochi clienti del settore vitivinicolo. Come posso risolvere il problema della dematerializzazione?

Se hai sviluppato un software per la gestione di una cantina vitivinicola ma hai pochi clienti e sviluppare il modulo per la gestione della telematizzazione dei registri del vino ti conviene affidarti ad una società che si è specializata in questo. Risolverai il problema nel seguente modo: Tu invierai il flusso dei dati che riesci a generare con il tuo ERP, loro elaboreranno i dati aggiungendo i valori mancanti, inoltreranno il flusso al SIAN e ti restituiranno l'esito.

Problema n° 7: Conviene attivarsi ora dato che tanto ci sarà un'ennesima proroga?

Si, perché non ci saranno ulteriori proroghe. Da un sondaggio effettuato nel mese di settembre (trovate i risultati del sondaggio qui: https://www.enodoc.it/blog/dematerializzazione/dematerializzazione-dei-registri-vitivinicoli-esito-del-sondaggio) si evince che solo il 20% dei partecipanti pensano che il termine verrà prorogato. E' opinione comune di tutte le persone del settore che il 1° gennaio 2017 il processo di telematizzazione dei registri vitivinicoli si avvierà senza ulteriori ritardi.

Problema n° 8: Non voglio comprare un gestionale completo ma solo risolvere l'obbligo della telematizzazione, cosa devo fare?

Ci sono software house che si sono specializzate nello sviluppo di soluzioni esclusivamente per la dematerializzazione dei registi del vino. Puoi acquistare da loro il prodotto specifico e adempiere in modo semplice ed economico agli obblighi normativi.

Problema n°9: Fino ad oggi è stato il mio enologo a occuparsi dei miei registri, devo internalizzare la gestione?

Attraverso il sistema delle deleghe (vedi problema n°4) potrà continuare il vostro enologo a gestire i regisitri di cantina. Il ministero ha fatto un ottimo lavoro e sono stati presi in considerazione tutti gli aspetti fino ad oggi emersi.

Problema n° 10: Se delego a qualcuno la gestione come posso controllare che faccia bene il lavoro?

Quasi tutti i sistemi permetto di avere un duplice accesso, uno per il delegato e uno per la cantina. In questo modo potete controllare che i registri siano stati compilati in modo corretto.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Dematerializzazione registri vitivinicoli: prezzi software
Dematerializzazione Registri Vitivinicoli: programma affiliati
Richiedi GRATIS gli accessi per testare il software
Prova ENODOC™ direttamente dal tuo ufficio, ti invieremo utente e password per accedere al sistema.
035.83.86.14
Per assistenza telefonica pre e post vendita:
Dal lunedì al venerdì
Dalle 8.30 alle 12.30 dalle 14.00 alle 18.30

Sede Operativa: Via Largo Europa, 4D
24064 - Chiuduno - Bergamo

ENODOCT
IN4TEK SRL - Via D. Luigi Belotti, 6 - 24064 - Grumello del monte - Bergamo
P.IVA & C.F. 04068640160 - REA N.432408 - Reg. Imp. Bergamo - CAP. SOC. € 12.000,00
Termini e condizioni - Privacy - Credits